Maga (Giuseppe Magagnoli)

n. 1878 Bologna (BO) - m. 1933 Milano (MI)
Giuseppe Magagnoli è per anni rappresentante in Italia dell’editore parigino di affiches Vercasson e si afferma grazie alle opere di Leonetto Cappiello. Nel 1920 apre a Bologna la MAGA, l’agenzia pubblicitaria italiana più importante fino alla guerra, che collabora con alcune delle figure più di rilievo del panorama artistico e pubblicitario di quegli anni, tra cui Mario e Severo Pozzati, Bepi Fabiano, Aleandro Terzi, Achille Luciano Mauzan, Marcello Nizzoli e Piquillo. Nel 1921 Magnoli apre una succursale parigina della sua agenzia aiutato dal bolognese Sepo (Severo Pozzati). Il contenuto dei bozzetti veniva discusso con il committente e le modifiche apportate quando questi ultimi lo ritenevano opportuno. Mancando il contatto diretto con l’esecutore, molti manifesti non riportano la firma del grafico ma quello dell’agenzia. Alla prima edizione della Fiera di Milano Magagnoli ha l’idea di presentare al pubblico la raccolta completa dei manifesti prodotti dalla MAGA, mettendo in atto contemporaneamente un’operazione di pubblicizzazione e allo stesso tempo di storicizzazione della propria produzione.

Opere in archivio