Materiali della modernità

07/10/2020

Domenica 1 novembre ore 16.30

Gli anni del secondo dopoguerra sono segnati dall’instancabile ascesa della plastica come insostituibile strumento della vita quotidiana dell’uomo moderno nell’ambiente domestico, trovando infinite applicazioni anche nel campo della moda e del design. La plastica, economica e accessibile, è il materiale privilegiato per la realizzazione di tutta una nuova serie di oggetti simbolo degli anni del boom economico e permette alle masse di accedere a consumi riservati, fino a quel momento, a pochi privilegiati, dall’arredamento al design con oggetti come il telefono Lillo, la radio cubo e la televisione Algol di Marco Zanuso e Richard Sapper o il giradischi di Mario Bellini.

Prenotazione richiesta: info@fondazionecirulli.org
Ingresso + visita guidata 16 euro; ridotto 13 euro.

Gli iscritto alla visita guidata di domenica 25 ottobre, Paesaggio (non solo) Urbano, hanno diritto al 50% di riduzione.

Visita guidata Paesaggio (non solo) Urbano +
Materiali della modernità  24 euro